Dimnice ovvero la grotta del Fumo … le impressioni di un “gamel”

“Buongiorno muleria matta domenica prossima propongo un’uscita acquatica alla grotta image2Dimnice in Slovenia”. Inizia con questo messaggio l’organizzazione da parte di Alberto (Kraft) dell’uscita alla Grotta del Fumo: per me, fresco fresco dell’ultimo corso di introduzione alla speleologia, la prima in una grotta con un ramo attivo. I giorni precedenti all’uscita sono una corsa per accaparrarsi le mute messe gentilmente a disposizione dal Gruppo Kayak, con tanto di asta online per riuscire a recuperare i pezzi della taglia giusta (perché si sa, se la muta non sta attillata serve a poco). Il meteo non collabora e la sera precedente all’uscita porta un monsone equatoriale tanta è l’acqua che scorre nelle strade. Ma poco importa, tuttoconfermato: domenica mattina siamo in 13 a trovarci a Pesek! Prova mute nel parcheggio, veloce cambio d’abito per indossare l’attrezzatura e via giù per il pozzo d’ingresso. Dopo aver re-indossato la muta e aver fatto uno spuntino, con in testa la solita domanda “ma si può andare in acqua subito dopo mangiato o bisogna aspettare 3 ore?”, ci muoviamo verso la bassa galleria da cui image3inizia il percorso. È un susseguirsi di passaggi  stretti e larghi, con l’acqua più o meno alta (si nuota a tratti mentre in altri momenti arriva al ginocchio). Ogni ansa lascia a bocca aperta e con la voglia di vedere cosa si trova dietro alla prossima curva o dopo il prossimo cunicolo dallo spazio sufficiente solo a tenere la testa fuori dall’acqua. Impossibile resistere e, trovata una pozza sufficientemente profonda, scatta la gara de “clanfe”. Purtroppo anche le cose più belle ad un certo punto devono finire e così a gruppetti ci dirigiamo verso il pozzo d’uscita per la risalita che però presenta un dilemma: si va su con la muta o ci si cambia? Gli esperti non concordano: “la muta intralcia e non riesci a salire”, “meglio la muta che la tuta  bagnata”. Alla fine indossando la sottotuta e un paio di ginocchiere risalgo nuovamente alla luce. Come da tradizione, terzo tempo in gostilna con porchetta e patate.

Grazie Kraft per l’organizzazione e grazie a tutti gli altri compagni di avventura (Maurizio, Marco, Alessandro, Paolo Z., Teresa, Enrico, Sofia, Luca della AXXXO e Carolina, Laura, Caterina della SAG) per la splendida giornata.

Paolo R.photo-2019-07-08-16-26-56

photo-2019-07-08-16-26-35

photo-2019-07-08-16-26-32

Aggiungi ai preferiti : permalink.

I commenti sono disattivati