Esercitazione del Soccorso nell’Abisso Papé Satàn

calata-campobase2-300x290Tra le numerose esercitazioni che il Soccorso Speleologico porta a termine come regolare addestramento, ogni anno ve n’è una particolarmente impegnativa per mettere a dura prova il livello altissimo dei tecnici e dell’organizzazione della delegazione del Friuli Venezia Giulia. Questa viene generalmente organizzata in collaborazione con altre delegazioni, molto spesso in territorio montano (Canin). Quest’anno è stato scelto proprio il Papé Satàn come banco di prova per una delle squadre più preparate al mondo in quanto a recupero di ferito in grotta. Nonostante vari imprevisti, l’operazione iniziata venerdì 7 ottobre si è conclusa con successo in meno di 40 ore. Di seguito è riportato l’articolo pubblicato su vari quotidiani e siti web.

SELLA NEVEA (UD) Si è conclusa con successo, poco dopo la mezzanotte di sabato 8 ottobre, l’esercitazione del Soccorso Alpino e Speleologico del FVG iniziata venerdì mattina all’interno della grotta Pape Satàn, ai piedi del Monte Forato, nel Gruppo del Canin. (continua…)

Una nuova speranza

Questa volta non siamo in tanti che ci credono ancora, quindi partiamo soltanto in quattro per quello che dovrà essere il giro decisivo: Beccuccio, Davide, il giovanissimo Elia (alla sua prima esperienza in Canin) e il sottoscritto. Decisivo perché, se non troviamo nulla anche questa volta, dovremo dichiarare l’esplorazione finita e cominciare a pensare al disarmo.

Un forte raffreddore mi accompagna già da qualche giorno. “In grotta passa tutto – assicuro ai miei compagni tra un colpo di tosse e l’altro. Non so se crederci nemmeno io, ma son sicuro che in un modo o nell’altro riuscirò a tornar fuori. Intanto una bella dormita al Gilberti e domattina si parte presto. (continua…)

Filo da torcere

Questa volta le aspettative sono davvero alte, viste le dimensioni degli ambienti trovati e, soprattutto, visto che siamo fermi su un pozzone stimato 130 m! Il piatto ricco attira tanti amici da ogni gruppo: oltre ai “soliti” affezionati si aggiungono Giannetti, Giusto e persino Pino, il fratello di Beccuccio, venuto su da Ancona per non perdersi l’esplorazione. Siamo in otto, dunque: un record! Tutti ansiosi di scoprire come andrà avanti questa grotta che sta regalando più che mai.

Tocca a Davide l’onore di scendere per primo. Qualche comodo frazionamento su una roccia impeccabile e in breve è sul fondo. Chiude. (continua…)

Urla di gioia

Sempre più gente accorre entusiasta alle uscite in Papè Satàn: persino Giuseppe, un amico marchigiano, viene a dare man forte e a portare un po’ di fortuna. Praticamente l’unico assente è Rocco, che ci manda le maledizioni dall’Albania per non averlo aspettato ancora qualche giorno.

Mentre tutti si affrettano a raggiungere la zona esplorazioni, io me la prendo comoda e mi dedico alle pulizie domestiche. Scavo dei comodi gradini nel ghiaccio, allargo il passaggio nella neve, o ancora martello le strettoie per renderle più agevoli, insomma, mi prendo cura della grotta come fosse una casa. (continua…)

Si parla di campo

IMG_4192Tutti in fermento per tornare al Papé Satàn: “Non si può aspettare ancora” – insiste Rocco. In effetti, come dargli torto: la situazione è decisamente promettente e la motivazione di tutti è alle stelle. Questa volta anche Lollo e Sara non vogliono perdersi l’esplorazione, e ovviamente non può mancare Beccuccio. Sara ed io scendiamo con calma, fiduciosi che il resto della banda assatanata ci aspetterà per la classica merenda pre-exploration. Figuriamoci!

(continua…)

In 900 a Sella Nevea per il primo “Nevee Outdoor Festival”

nof-2Anche il GG AXXXO ha dato una mano alla riuscita del “Nevee Outdoor Festival: un’iniziativa di grande successo che promuove gli sport all’aria aperta che si possono praticare nei dintorni di Sella Nevea. Ovviamente la speleologia non poteva mancare: è stato allestito, insieme alla Commissione Grotte Boegan, un percorso per far provare agli iscritti l’ebbrezza di calarsi nelle viscere della terra. Di seguito l’articolo tratto dal “Messaggero Veneto” che enfatizza la riuscita dell’evento. Il prossimo anno attendiamo il bis!

CHIUSAFORTE. Successo inaspettato in termini di partecipazione e di numeri per la prima edizione del Nevee Outdoor Festival tenutosi a Sella Nevea tra il 23 e il 24 luglio. (continua…)

Oltre la risalita

FullSizeRenderPer gran parte dell’inverno e tutta la primavera l’ingresso dell’Abisso Papé Satàn è rimasto nascosto sotto vari metri di neve. Tutti i tentativi di individuarlo per scavare un tunnel nella neve e continuare le esplorazioni sono risultati vani. Ormai siamo a luglio: praticamente non c’è più neve, è il momento di tornare all’attacco!

Non c’è più neve…sì, nel resto delle Alpi, ma all’ombra delle pareti nord del Canin questa resiste ancora! (continua…)