Ancora da lavorare

Finalmente di nuovo qui, all’attacco del pozzone, questa volta ben forniti di attrezzatura per scenderlo. Alla base scatta l’euforia quando troviamo un altro salto di dimensioni paragonabili!

– Anche oggi finiamo le corde! – Ci guardiamo entusiasti. Ma è troppo presto per cantar vittoria. (altro…)

Mai una gioia

Glielo dicevo che avevamo trovato qualcosa di grosso, ma ormai ho perso credibilità.

– Guarda che è largo, fidati! – insistevo

– Ah sì, come quella volta al Bosco Nero!? O come quel meandro alle Cicogne, dove passavi solo tu!? – mi deridevano in tono sarcastico, conoscendo il mio entusiasmo spesso esagerato. Ma questa volta è diverso. Lo hanno capito già dopo pochi frazionamenti che non stavo affatto esagerando. (altro…)